Nebua
INSPIRE WITH STYLE

[instagram-feed num=10]

Join Us

Scopri il nuovo Magalog di Nebua World

Search

Nebua World
  -  Fashion   -  “Black Is King” o “Black Is Queen”? Le donne dietro Beyoncè

Da qualche settimana è uscito il Visual Album di Beyoncé “Black Is King”.

Il cast del film, disponibile sulla piattaforma Disney+, comprende diversi artisti e artiste: Moonchild Sanelly, Pharrell Williams, Tiwa Savage, WizKid, Yemi Alade, Jay-Z e molti altri. Oltre a loro troviamo anche la madre, Tina Knowles-Lawson, la super modella Naomi Campbell, l’attrice Lupita Nyong’o, la cantautrice Kelly Rowland e la modella Adut Akech. 

Voci consolidate ma anche nuovi talenti creativi si uniscono in questo ultimo progetto di Beyoncé, che, come sempre, riesce a far parlare di sé. Tanto fan hanno apprezzato il capolavoro, altri ancora, a cui è piaciuto meno, hanno sollevato critiche che vanno dalla moda all’arte, fino al rapporto con l’Africa e la sua cultura.

I meriti del successo di “Black is King” però, vanno anche alla stilista della cantante statunitense. Zerina Akers ha fatto dell’integrazione e delle sue radici una specialità, e in questo ultimo album vediamo il suo tocco. Dietro ai capi, agli accessori indossati da Beyoncé c’è proprio lei. Zerina, ideatrice della directory “Black Owned Everything“, ha riunito fashion designer del continente, cercando di celebrare il talento africano e il Made in Africa.

Black is King Zerina Akers
Credits: Zerina Akers

“Black is King” o “Black Is Queen”: le donne dietro il successo di Beyoncé

Andiamo alla scoperta quindi, di alcune tra le figure e le creazioni più rappresentative del Visual Album.

Lafalaise Dion e il fascino della conchiglia cauri

Lafalaise Dion è la “Queens of Cowries“. 28 anni, originaria della Costa d’Avorio, è passata dallo studio del giornalismo all’Istituto di Scienza e Tecnologia di Abidjan a diventare Content Manager presso ELLE Magazine Côte d’Ivoire. 

Dopo un viaggio ad Accra, in Ghana, avrebbe sperimentato un risveglio artistico che l’ha portata alla creazione dei suoi pezzi. Senza alcuna conoscenza del design, ha iniziato a creare accessori che celebrano le pratiche ancestrali e il patrimonio africano. 

“Our history, we must write it for ourselves. Therefore, I write mine, that of my people through my creations.”

– Lafalaise Dion

Queste conchiglie impiegate in passato per il loro valore monetario e rappresentazione di femminilità, oggi vengono utilizzate per adornare i vestiti e mantengono ancora il loro valore spirituale per entrare in contatto con gli antenati.

Black is King Lafalaise Dion
Credits: Lafalaise Dion

Loza Maléombho

Di base in Costa d’Avorio, Loza Maléombho afferma che il suo marchio omonimo “ha sempre rappresentato un’immagine della regalità africana”. La stilista non è alla sua prima collaborazione con Beyoncé (su Lemonade porta una sua creazione), e nella parte coreografica della clip “Already” vediamo la cantante indossare un suo nuovo pezzo. 

Black is King - Loza Maléombho

Adama Paris

La fashion designer Adama Amanda Ndiaye è la fondatrice del brand Adama Paris. Il suo obiettivo è quello di promuovere l’imprenditoria femminile in Senegal e in Africa: da anni impegnata nel settore, è l’ideatrice della “Dakar Fashion Week ” e del concept store “Saargale” a Paris.

Black is King Adama Paris
L’abito giallo in Black is King

Sarah Diouf

Restiamo sempre nel paese delle Teranga, con Sarah Diouf e il suo brand “Tongoro“. Anche questa giovane fashion designer non è nuova alle collaborazioni con Beyoncé. L’abbiamo infatti vista nel video “Spirit” mentre indossa gli abiti della stilista senegalese, caratterizzati da volume e fluidità.

E parlando di Made in Africa, avete visto l’articolo sull’imprenditrice e l’omonimo documentario che ha realizzato di recente?

“I believe that when Black people tell our own stories, we can shift the axis of the world and tell our REAL history of generational wealth and richness of soul that are not told in our history books. I pray that everyone sees the beauty and resilience of our people.”

– Beyoncé

Con “Black is King” Beyoncé ha dato ancora prova di sapersi superare, lavorando su temi che spaziano dalla soppressione al colonialismo, dalla parità di genere alla maternità, fino al razzismo.

Visionaria, talentosa, abile imprenditrice che sa trovarsi al posto giusto nel momento giusto? Chi lo sa!

Intanto balliamo sulle note di “Brown Skin Girl“, godendoci le mille sfumature della nostra meravigliosa pelle.

Brown skin girl

Your skin just like pearls

The best thing in the world

Never trade you for anybody else.

Beyoncé

TI É PIACIUTO L’ARTICOLO?
Condividilo nei social e iscriviti alla newsletter

Mi piace definirmi un essenza afroitaliana, una cittadina del mondo. Sognatrice e un po’ nerd a modo mio, sono una ragazza curiosa che ha tante passioni e adora la bellezza della vita.